giovedì 9 giugno 2011

"Raid de Jouques" Raid multisport Francia


28/29 Maggio 2011 Raid de Jouques Provenza Francia
rientro lunedì 23/5 dalla Novecollirunning con tutti gli strascichi che può lasciare un ritiro,fisici e di morale.
Mi concentro sul nuovo obiettivo il Raid de Jouques partenza venerdì mattino con la famiglia e arrivo in Provenza nel pomeriggio inoltrato.
Ritrovo per cena a casa di Guy con Andrea arrivato in treno e Claude,la squadra è stata iscritta da Guy a lui dobbiamo l'invito a partecipare con il nome di Caval-Transalpina pettorale n°14(Caval è il nome del club d'atletisme di Pertuis a pochi km da Aix en Provence dove risiede Guy)originalmente la squadra doveva essere composta da me,Andrea,Guy e Fernand conosciuti alla Transmarocaine raid multisport che abbiamo fatto insieme in Marocco a Marzo.
Per motivi di lavoro Fernand non ci sarà,sostituito da Claude,presidente del club Caval e guida naturalista del luogo.
Jouques piccolo e grazioso paesino a nord di Aix en Provence al confine con il Luberon,circondato da rilievi non altissimi max 700/800 mt coperti di vegetazione a macchia mediterranea,paesaggi bellissimi.
Sabato mattino 57 squadre(pardon equipe!) iscritte,
partenza ore 10,00 si inzia con un Trail sulle pendici circostanti km 8,00 mt 177+ partiamo tranquilli,Guy detta il passo,il sole e il caldo ci accopagneranno per tutto il W.E.
Naturalmente Andrea giovane e forte passeggia,io mi adeguo al passo di Guy anche se più lento del mio,ma non mi dispiace visto il caldo e quello che ci aspetta,su e giù per le collinette intorno al paese,ogni tanto un po d'ombra quando attraversiamo le pinete,
scendiamo al punto di partenza dove faremo il primo cambio,prendendo le mountain bike(Velò Tout Terrain in francese VTT;devo dare atto al nazionalismo francese anche nella protezione della loro lingua e della famosa Grandeur ... ogni nuovo prodotto/oggetto che viene utilizzato/inventato l'equivalente della nostra "Accademia della crusca" conia un nome in francese,molti dei quali sono le traduzioni di prodotti d'importazione esempio il computer si chiama ordinateur,oppure il mouse lo chiamano souris,topo in francese,meglio di come facciamo noi esterofili convinti che non traduciamo più niente e facciamo entrare direttamente il nome di provenienza straniera vuoi mettere Velò tout terrain in confronto di Mountain Bike.)
Transitiamo in 8° posizione al cambio e ripartiamo in VTT,in direzione dei monti 16km 300mt+,salite dure su piccoli sentieri in mezzo alla macchia mediterranea,rovi e cespugli,profumi di rosmarino selvatico e spezie,il terreno è tutto sassi e pietre che si muovono,faccio fatica a tenere il passo degli altri,prime discese,molto tecniche e difficili,poco avanti a me Claude ad un passaggio tecnico molto impegnativo si ribalta su se stesso e fa un bel volo,brutta caduta,è a terra lo vedo male,dice di stare bene ma si vede che è in difficoltà,cerca di rialzarsi subito,dopo poco decide di ripartire;continuiamo con saliscendi a mò di mangiaebevi,Andrea fortunatamente ha attrezzato la sua bici con un laccio(la tecnica è autorizzata nei raid,noi l'abbiamo appresa in Marocco)attaccato al tubo reggisella della sua VTT e all'altro capo un gancio da attaccare al manubrio dell'altra VTT,in questo modo sulle salite più dure,mi aggancio a lui e riesco a tenere il suo ritmo.Caldo e fatica in bici sulle salite,concentrazione e tensione nelle discese, ribadisco molto tecniche a detta anche di Guy e Andrea che hanno molta esperienza in VTT,quasi preferisco le salite dove devi solo fare fatica,in discesa oltre alla concentrazione per la guida,i muscoli delle braccia vengono sollecitati per le forti vibrazioni,con le gambe sei in tensione tenendo l'equilibrio sul sellino senza essere seduto,mi distraggo ogni tanto con i paesaggi veramente belli,attraversiamo zone quasi selvagge,non c'è ombra di auto e insediamenti abitativi,dopo una lunga e tecnica discesa arriviamo al secondo cambio,lasciamo le bici,ristoro e C.O. course d'orientation 7km 150mt+,2 carte per equipe naturalmente solo bussola e mappa,via a cercare le balise,decidiamo quale direzione prendere,Andrea guida il gruppo è quello con più esperienza in orientamento,prendiamo 3 balise e ritorniamo al punto dove abbiamo lasciato le VTT,la C.O. è sempre fatta in un tempo max determinato dagli organizzatori,se arrivi dopo il tempo max dato dagli stessi,hai 5 minuti di penalità ogni minuto di ritardo,quindi nella strategia di quale balise andare a prendere,bisogna calcolare il tempo che ci metterai e la valenza della stessa ogni balise vale dei minuti di penalità diverse tra loro le più lontane valgono di più.Ci rimettiamo in sella ci aspettano 16km 500mt+,sono le ore più calde circa le 14,00. Una bella ascesa sul monte più alto circa 700mt,fortunatamente dopo i vari sentieri stretti ed angusti in salita,il percorso si inerpica su una strada bianca sterrata,qui bisogna solo pedalare...!
Sole e molto caldo,vedo Claude in affanno,arriviamo sul culmine del colle,Guy chiede a Claude
se se la sente di continuare,lui dice di si.
Lasciamo le bici al cambio e via Trail di 8km 410 mt+,saliamo fino alla sommità il paesaggio è bellissimo,si vede in lontananza Marsiglia,lo stagno di Bèrre e il mare,sotto di noi il fiume Durance.
Dopo poco Claude si ferma,si siede prende fiato,si vede che sta male,oltre alla caduta in bici della mattina,confessa che ha preso degli antibiotici da alcuni giorni per un dente,il caldo di oggi ha fatto il resto,nonostante sia un atleta allenato (nel suo CV diversi UTMB)chiede spesso di fermarsi,continuiamo a passo di marcia fermandoci ogni tanto.Ritornati al cambio con le bici,Guy chiede a Claude come sta,gli organizzatori dicono che oramai sono tutte discese...!!10km 100mt+ ripartiamo tutti insieme dopo un paio di tornanti ci indirizzano su un fuori pista,un cartello giallo avverte discesa pericolosa!!! altro che pericolosa,piedi a terra e bici in spalla... anche così è pericolosa!mi rimetto in sella scendiamo ancora,poi qualche saliscendi,curva a dx e salitona! Claude si ferma non c'è la fà più;con il senno di poi ha fatto bene,anzi forse doveva fermarsi prima per come stava.Ci rivedremo al centro prove a punti.
Ritirandosi un concorrente della squadra,noi continueremo lo stesso con una penalità costante che ci accompagnerà fino alla fine,verrà calcolato il 25% in più del tempo effetivamente fatto per ogni prova.
La temperatura è scesa fortunatamente;ancora un pò di bici sempre intensa,saliscendi,passaggi e discese impegnativi.
Arriviamo al centro del paese sono quasi le 19,00,ci aspettano le prove a punti.
Prima prova Biathlon si parte con un giro di corsa di circa 500 mt,ogni concorrente deve sparare 5 colpi con la carabina e centrare i rispettivi bersagli,ogni bersaglio errato un giro di penalità,io 4 su 5 sbaglio solo il primo,Andrea e Guy fanno lo stesso;passiamo al tiro con l'Arco,ho provato ad imbracciare un arco quando avevo 15 anni per una volta sola,5 frecce,la prima addirittura fuori dal bersaglio,le altre intorno al centro.Passiamo al Sudoku,mai fatto,Guy e Andrea hanno un po di conoscenza,riesco a fare 2 facili,chiudiamo le prove a punti divertendoci.Riprendiamo le nostre VTT direzione bivacco 8 km 163mt +,pensavo fossero finite le salite invece ancora su e giù.Arriviamo al bivacco verso le 21,00 siamo sopraad un altipiano,lasciamo le VTT e andiamo a prendere le borse che avevamo consegnato alla mattina.Ci sarebbe da montare la tenda ma visto la temperatura decidiamo di dormire...poco o niente sotto le stelle,visto che il programma prevede sveglia alle 23,55!Ben organizzato il bivacco con possibilità di fare anche la doccia.Dopo la stessa ci proiettiamo sul cibo,grande fame,mangiamo e ci prepariamo per la notte.. sono le 22,30 circa e prendo sonno,ore 23,55 sveglia passano gentilmente con un reveille-toi!colazione nonostante abbiamo mangiato da poco ho fame e mangio ancora.Briefing tecnico e alla 1,00 partenza in VTT lampada frontale sul casco e faro a led sul manubrio,inizialmente la strada è abbastanza percorribile senza difficoltà,più avanti diventa dura,siamo partiti tutti insieme,il traffico sullo sterrato genera molta polvere,la difficoltà maggiore è nella guida visto che non si riesce ad anticipare le traiettorie con lo sguardo,la visibilità è ridotta a pochi metri,comunque bello e divertente.Arriviamo al punto di partenza della C.O. notturna,sono circa le 2,00 di notte,mappa e decidiamo la strategia tempo max h 4,30 minimo h 3,30,quali balise andare a cercare in base alla distanza e al valore.Iniziamo a prendere le prime balise,in base alla vicinanza tra loro e il valore delle stesse;troviamo anche la balise più difficile dal valore che gli hanno dato,tutto il percorso decidiamo di farlo in marcia,molto bello attraversiamo,boschi e radure seguendo non i sentieri ma la bussola,nella notte incontriamo anche un cinghiale fortunatamente tranquillo,ci guarda con fare sornione non accenna a nessun attacco;dopo circa 3 ore di C.O. decidiamo di finire la stessa nel tempo minimo di h3,30.Arriviamo al cambio dove avevamo lasciato le bici la notte oramai è giorno,ristoro,mangiamo e riprendiamo le VTT 19km 416mt+,tanto per non annoiarsi,molta discesa tecnica e falsipiani,percorso veloce e pedalabile su sterrato in bici anche parecchio fresco quasi freddo.Arriviamo al punto cambio accompagnati dal sole che si alza davanti a noi con riflesi bellissimi sulla campagna circostante.Lasciamo le bici e iniziamo l'ascesa ci aspetta un trail di 8,5km e 396mt+,l'inizio è quasi da skyrace salita intensa su pietre e massi sporgenti,arrivati sul culmine continuiamo sul plateau nei boschi,per poi scendere nella campagna sottostante e risalire sul'altro versante,il percorso è balisato ma ad un certo punto ci perdiamo insieme ad altre 2 squadre,ritrovata il giusto percorso risaliamo sul colle,sono circa le 8,00 della mattina,scendiamo al punto del cambio.Riprendiamo le VTT direzione Tirolyenne o zip-line in inglese,in Italiano Teleferica,ancora 8,5km di VTT sempre con i soliti saliscendi,appena dopo aver ripreso la VTT seguiamo il sentiero e incontriamo il solito cartello discesa pericolosa,si ma pericolosa a piedi!!Bici in spalla e discesa....
Arriviamo al punto Tirolyenne,è un attività che non da punteggio ma solo penalità(nel senso che è un attività obbligatoria e chi non la fa viene penalizzato)consiste nell'attraversare un canyon agganciati con un inbragatura ad una carrucola che scorre su di un cavo d'acciaio,il funzionamento è dato dal fatto che il punto d'arrivo è più basso di quello di partenza,il canyon è lungo 300 mt e siamo sospesi ad un 'altezza di 280mt,arrivati dall'altra parte ci si sposta e con lo stesso sistema si torna sul versante iniziale;molto divertente.Dopo la prova riprendiamo le VVT a questo punto dobbiamo solo tornare al centro dove è posto l'arrivo,mentalmente ci rilassiamo,ma non è finita ... gli ultimi 3,5km di bici sono conditi da salite e discese con passaggi molto tecnici!! arriviamo alle 11,00 circa della domenica mattina.Bellissima ed entusiasmante esperienza,intensa,ben 22 ore di gara con solo 3 ore di stop al bivacco notturno.Un insieme d'immagini e sensazioni forti,vissute intensamente,per mettere a fuoco tutti i ricordi ho avuto bisogno di qualche giorno.Ringaziamenti e complimenti agli organizzatori,una gran bella gara,organizzata in modo esemplare con tanti volontari lungo tutto il percorso a presidiare lo stesso giorno e notte.
Grazie a Guy,Andrea e Claude per la bella gara fatta insieme,a Guy e Fernand per l'ospitalità e l'amicizia loro e delle rispettive famiglie.



Dimenticavo classificati al 20° posto su 57 equipe iscritte,con una penalità del 25% in più sui tempi di ogni prova.
Senza probabile tra le prime 10.

6 commenti:

柯云 ha detto...

2016-04-29keyun
nike sb dunks
coach outlet
adidas superstar shoes
nike blazers uk
louis vuitton handbags
coach outlet clearance
coach outlet clearance
giuseppe zanotti outlet
coach outlet
michael kors outlet
louis vuitton purses
oakley sunglasses
toms wedges
air jordan 8
vans sneakers
ray bans
cheap oakley sunglasses
cheap louis vuitton handbags
adidas uk
adidas trainers
michael kors purses
michael kors outlet online
louis vuitton outlet stores
coach factory outlet
true religion jeans
jordan concords
louboutin shoes
adidas stan smith
hollister shirts
michael kors handbags
beats by dr dre
polo ralph lauren
cheap ray ban sunglasses
hollister clothing store
louis vuitton handbags
kate spade outlet
nike running shoes
polo ralph lauren
louis vuitton outlet online

Gege Dai ha detto...

christian louboutin uk
michael kors canada
cheap snapbacks
longchamp
coach outlet online
fitflops sale clearance
michael kors outlet
coach outlet online
swarovski outlet
ray ban sunglasses
mont blanc pens
thomas sabo uk
ferragamo shoes
ugg boots
louis vuitton bags
coach outlet
cartier watches
valentino shoes
ugg boots
true religion jeans
louboutin pas cher
air max 90
ed hardy tshirts
swarovski outlet
hermes outlet
tiffany and co
ralph lauren uk
nfl jerseys
burberry outlet
mlb jerseys
mulberry handbags sale
coach outlet
polo ralph lauren
jordan shoes
lacoste shirts
czq20160806

dong dong23 ha detto...

cat boots
cheap oakley sunglasses
nike air max
ralph lauren
mont blanc pens
kobe 12 shoes
michael kors
christian louboutin pumps
lebron 13
oakley vault
20173.22wengdongdong

Unknown ha detto...

ray ban sunglasses
nike outlet
cheap nike shoes
michael kors outlet
raiders jerseys
air max 90
north face
lions jerseys
cheap oakley sunglasses
reebok shoes

raybanoutlet001 ha detto...

nike blazer
reebok shoes
lebron james shoes
salomon shoes
valentino shoes
michael kors handbags
cheap ray bans
nike tn pas cher
cowboys jerseys
replica rolex

xiaozhengsen ha detto...

2017-6-16 xiaozheng6666
polo ralph lauren outlet online
ralph lauren
coach factory outlet
coach outlet
cheap jordans for sale
michael kors outlet online
nike outlet
uggs outlet
polo ralph lauren
michael kors outlet